Protesi fisse
Corone e faccette in ceramica integrale, ponti, Maryland e Toronto Bridge

CORONE DENTALI    

La corona dentale è un manufatto protesico che replica un dente naturale. Può essere in ceramica integrale, in metallo ceramica, in zirconio o in resina. Serve a ricoprire o sostituire i denti naturali devitalizzati o mancanti.

Quando si rende necessaria la corona dentale?

  • Quando un'otturazione copre più della metà di un dente, o il dente presenta una cavità o  una frattura che coinvolge la metà del dente. In questi casi occorre ricoprirlo con una corona, in quanto il resto del dente intorno all'otturazione è debole e potrebbe fratturarsi.
  • Quando un dente ha subito una cura canalare deve quasi sempre essere ripristinato con una corona dentale per evitare che si frantumi.
  • Quando si ha l'abitudine di digrignare i denti, si verifica un processo di usura che li consumerà nel tempo. L'erosione può essere anche causata da acidi  da reflusso acido gastrointestinale, bulimia, o una dieta troppo acida. Nel corso del tempo, il morso può cambiare e l'unico modo di ripristinarlo è coprire i denti con le corone.
  • Quando vogliamo migliorare l'estetica del sorriso: i denti che hanno un aspetto indesiderato a causa del colore, la forma o troppo spazio tra i denti, possono essere ripristinati con le corone.

 
I vantaggi delle corone dentali
 
1. Restituiscono l'aspetto naturale di un dente danneggiato o perso
2. Fortificano i denti indeboliti e proteggono i denti compromessi
3. In molti casi lsono usate per migliorare l'estetica del sorriso
4. Migliorano la funzionalità della bocca
5. Sono una soluzione stabile e fissa, a lunga durata

FACCETTE IN CERAMICA

Per restituire al paziente un sorriso bello, naturale, occorre ristabilire le corrette proporzioni tra un dente e l’altro, tra i denti e il tipo di sorriso e volto del paziente.

Le faccette in ceramica o in composito possono correggere l'estetica dei denti anteriori, modificandone la forma, il colore e la posizione.
Le faccette sono sottili lamine in ceramica o in composito che vengono cementate sulla superficie esterna dei denti anteriori. Lo spessore medio di tali faccette si aggira intorno ai 0.5-0.7mm. I denti che accolgono una faccetta sono leggermente preparati per far spazio alla ceramica o composito. Tuttavia, la preparazione è estremamente conservativa e deve essere mantenuta a livello della porzione più superficiale del dente, lo smalto. Lo smalto consente un'adesione ottimale delle faccette al dente.
 
Le faccette in porcellana o in composito sono indicate per coloro che:
 

  • hanno denti malformati
  • hanno denti fratturati
  • hanno spazi marcati tra i denti (diastemi)
  • hanno denti usurati a causa del bruxismo
  • hanno vecchi restauri usurati che rendono il sorriso non piacevole

  
PONTI DENTALI
 
I ponti dentali servono a colmare il divario creato da uno o più denti mancanti. I ponti possono essere supportati da denti naturali o da impianti.

Possono essere fatti di oro, leghe metalliche, porcellana o una combinazione di questi materiali.
 
Quali sono i vantaggi dei ponti dentali?

  • Ripristino del sorriso
  • Ripristino della capacità di masticare correttamente e parlare
  • Mantengono la forma del viso (soprattutto quando mancano molti denti)
  • Distribuire le forze nel morso correttamente sostituendo i denti mancanti
  • Impedire che denti residui finiscano fuori posizione

Durante la prima visita, i denti pilastro sono preparati. La preparazione implica un recontouring di questi denti rimuovendo una porzione di smalto per lasciare spazio ad una corona sopra di essi. Successivamente, viene prelevata l’impronta dei denti, questa serve come modello da cui il ponte, elemento intermedio, e corone saranno creati da un laboratorio dentale. Il dentista farà un ponte provvisorio da indossare per proteggere i denti e le gengive esposte mentre è in corso la preparazione del ponte.
Durante la seconda visita, il ponte provvisorio verrà rimosso e il nuovo ponte di porcellana o metallo sarà controllato e regolato, se necessario, per ottenere una misura adeguata. Visite multiple possono essere effettuate per verificare l’adattamento della struttura metallica e soprattutto il morso. Questo dipende e varia da persona a persona. Se il ponte dentale è un ponte fisso, il dentista lo può cementare temporaneamente per un paio di settimane per assicurarsi che sia inserito e si adatti correttamente. Dopo un paio di settimane, il ponte è cementato in maniera definitiva in posizione.
Quali tipi di ponti dentali sono disponibili?
Esistono tre principali tipi di ponti dentali:
Ponti tradizionali. Si applicano creando una corona per il dente applicata su entrambi i lati del dente mancante, con un elemento intermedio.I Ponti tradizionali sono il tipo più comune di ponte e sono fatti di ceramica fusa al metallo o ceramica.
 
Maryland (chiamato anche ponte resinato o ponte Maryland). Questo tipo di ponte è realizzato in porcellana, ceramica fusa al metallo, o in plastica sostenuta da una struttura metallica. Le ali di metallo o di porcellana su ogni lato del ponte sono legate ai denti esistenti.
Ponti su impianti. Solitamente l’impianto viene preferito quando i denti pilastro sono sani e senza imperfezioni, per cui limarli per ancorare il ponte creerebbe un danneggiamento inutile di strutture perfettamente funzionali. Analogamente, la scelta dell’impianto può essere fatta quando i denti pilastro sono così danneggiati e deboli da non poter costituire il perno stabile di un ponte.

Quando dura un ponte dentale prima di rompersi o dover essere sostituito?

Ponti dentali possono durare mediamente da cinque a 15 anni, a a dire la verità anche molto di più. Con una buona igiene orale e controlli regolari, non è insolito che la durata di un ponte fisso possa essere maggiore di 15 anni. 
  
TORONTO BRIDGE o Protesi di Toronto
 
La “Toronto Bridge” è una protesi dentaria, generalmente realizzata in resina come le protesi tradizionali, ancorata agli impianti precedentemente alloggiati ed “osteointegrati” che rimane dunque fissa.
La protesi rimanendo fissata agli impianti:

  • non si toglie
  • riesce ad ottenere una estetica elevata
  • la masticazione avviene quasi come con i denti naturali
  • l'igiene si effettua con la massima facilità
  • il dentista può rimuoverla in caso di problematiche agli impianti, o per effettuare un’igiene professionale.

 
Si applica con la tecnica implantologa dell'ALL ON FOUR